Cernusco Riding Club
CHI POSSIEDE UN CAVALLO VIVE IN PARADISO,NON DIMENTICARE DI OFFRIRE AL TUO CAVALLO IL PARADISO E NON L'INFERNO!
Nel nostro centro vengono svolte attività di Dressage e Salto ostacoli

Dressage
Il Dressage rappresenta l'arte dell'addestramento del cavallo finalizzato all'impiego sportivo. Il dressage è essenzialmente una disciplina "trasversale" nel senso che è propedeutica e indispensabile alla pratica di tutte le attività equestri. Tutte infatti debbono seguire un iter addestrativo basato sul "lavoro in piano", che risulta indispensabile per la preparazione e perfezionamento atletico, finalizzato a raggiungere un primato sportivo in qualunque settore.
Gli esercizi, movimenti e figure, fino a livello medio ("r iprese M"), sono da considerarsi parte integrante di un iter addestrativo generale e solo i livelli superiori sono da considerarsi specializzazione nella specifica disciplina del dressage.
La pratica del lavoro in piano è per tanto comune a tutte le discipline, anche non olimpiche e si traduce a livello sportivo in test di verifica dello stato di addestramento raggiunto. (livello E,F,M,D). Ogni livello corrisponde ad una tipologia di difficoltà correlata tecnicamente con i gradi di preparazione richiesti nelle altre discipline ( es. una ripresa livello F corrisponde al grado di addestramento richiesto in una ctg 4 di completo, o alla preparazione atletica necessaria ad affrontare un percorso di salto ostacoli ctg C115-120.) L'attenzione posta in maniera sempre maggiore sulla tutela della salute del cavallo passa attraverso la verifica di un corretto addestramento, che produce la necessaria preparazione atletica e fisica, condizioni necessarie per affrontare le difficoltà agonistiche senza incorrere in traumi sia fisici che psicologici. Anche da questo punto di vista la disciplina de dressage assume una notevole importanza avendo da sempre definito un iter addestrativo (scala del Training) che stabilisce i vari step di progressione nel pieno e costante rispetto della integrità fisica e psicologica del cavallo.
Le riprese di addestramento sono pertanto test che, soprattutto per i gradi superiori, possono essere impiegate come verifica del livello raggiunto prima del passaggio al livello superiore. Nelle competizioni di dressage, al binomio viene richiesto di eseguire a memoria una serie di movimenti predeterminati, conosciuti come figure (volte, serpentine, otto…). Il campo gara consiste in un rettangolo perfettamente piano che misura 20 x 60 ed è delimitato da una staccionata molto bassa sulla quale sono disposte 12 lettere, simmetriche tra loro, che indicano il punto esatto in cui deve avere inizio l, o deve concludersi la figura stessa. L'alta qualità della prova è sottolineata dalla libertà e regolar ità delle andature, dalla leggerezza e fluidità dei movimenti.
Alla parte puramente tecnica si affiancano le categorie Free Style che comprendono riprese libere con coreografia e accompagnamento musicale scelto dal cavaliere o spesso realizzato appositamente. Queste costituiscono uno dei momenti più spettacolari delle prove in rettangolo. "Lo scopo di questa nobile e utile arte è esclusivamente rendere i cavalli morbidi, rilassati, complici e obbedienti e far loro abbassare i posteriori, qualità senza la quale un cavallo – sia esso impiegato per scopi militari, caccia o dressage – non sarà né comodo nei suoi stessi movimenti né piacevole da montare”Francois Robichon de la Gueriniere (1688-1751).

Salto Ostacoli
Il salto ostacoli è una disciplina dell'equitazione che vede impegnato il binomio uomo-cavallo, nell'interpretazione e risoluzione di un percorso ad ostacoli
L'altezza degli ostacoli, la difficoltà del percorso e il numero di ostacoli da superare dipende dalla categoria alla quale si partecipa e dalla preparazione atletica di cavallo e cavaliere.
L'altezza degli ostacoli varia dagli 60 cm a 1.60 mt con categorie intermedie di 60, 70, 80, 90, 100, 105, 110, 115, 120, 125,130,135,140, 150, 160 (Gran Premio). Il numero di ostacoli varia da 6 a 13.
In gara gli ostacoli vengono posizionati all'interno di un campo di gara, secondo le disposizioni di un Direttore di Campo e in base ad un grafico che indichi la posizione e la forma del salto, oltre alla distanza che intercorre tra un salto e l'altro.
Prima di ogni gara viene effettuata la ricognizione durante la quale i concorrenti in tenuta da gara, accompagnati dal proprio istruttore, osservano gli ostacoli, il percorso nel suo insieme e misurano le distanze tra un salto e l'altro.

Facebook